Neo arcivescovo cambia squadra «Addio Juve, ora tifo Fiorentina»

Ma chi l’ha detto che il calcio è una fede... C’è chi a 61 anni suonati sostiene che in fin dei conti è solo un sentimento e come tale si può «abiurare» con leggerezza. Giuseppe Betori (nella foto), neo arcivescovo di Firenze, l’ha fatto e sbandierato ai quattro venti: «Addio Juve, ora tifo i viola». Insomma è passato da un squadra all’altra (due che, per inciso, non si amano poi tanto) con disinvoltura perché «immedesimarsi nella città di Firenze richiede qualche sacrificio». E siccome, appunto, lo sport non è una fede lo si può scaricare in un amen. Alla faccia di quelli che il calcio... lo vedono più che una moglie, più che una religione. E sostengono che scegliendo la squadra, da piccoli, non bisogna sbagliare altrimenti è vita grama in eterno. Lui, Betori, appartiene a un’altra corrente: quelli che il marketing, oh yes!