Neonata cadavere nell’immondizia Madre arrestata

Una neonata è stata trovata morta ieri in un cassonetto dei rifiuti nella zona del lago di Pergusa (Enna). La bambina, che pesava tre chili circa e che era nata da poche ore, era dentro un sacchetto di plastica. Gli uomini della squadra mobile di Enna, che conducono l'indagine, hanno arrestato una romena clandestina di 41 anni, Jana Marin. Secondo quanto ricostruito, la donna si è presentata all'ospedale in compagnia di un uomo di Augusta (Siracusa) con una forte emorragia e dicendo di stare molto male. Il primario del reparto di Ostetricia e ginecologia ha immediatamente avvertito la polizia. È stato l'uomo a raccontare agli agenti di avere buttato poche ore prima un sacchetto nella spazzatura. «Ma io - si è difeso l'uomo - non sapevo cosa ci fosse dentro». Non è bastato. I poliziotti lo hanno arrestato insieme con la moglie. Si tratta di Giovanni Scevole, 62 anni, e Rachela Pirrera, 54, i coniugi nella cui casa lavorava la donna rumena.