Neopatentato investe e uccide due pedoni

Marito e moglie sono stati travolti intorno alle 14 mentre attraversavano la
strada a Cologno al Serio (Bergamo). Al volante della vettura
c'era un giovane neopatentato

Bergamo - Due pedoni sono stati investiti e uccisi intorno alle 14 da un'auto mentre attraversavano la strada a Cologno al Serio (Bergamo). Il fatto è accaduto lungo la via per Spirano. Ancora non si conoscono le identità delle vittime: secondo le prime informazioni, al volante della vettura che le ha travolte c'era un giovane neopatentato. Le due persone sono state sbalzate a terra e sono morte all'istante. I soccorritori del 118 non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Sono marito e moglie di Spirano (Bergamo) le due persone travolte mentre camminavano lungo il bordo della carreggiata da una Fiat Marea condotta da un ragazzo di 20 anni. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l'automobilista, in prossimità di una curva, avrebbe perso il controllo della sua vettura slittando su una lastra di ghiaccio. L'auto ha quindi colpito frontalmente i due pedoni prima di capovolgersi più volte sulla carreggiata. I due, Pietro Passera, 62 anni, e la moglie Palma Del Carro, sono morti all'istante dopo aver fatto un volo di circa 30 metri. L'automobilista è rimasto ferito ed é stato portato all'ospedale di Zingonia (Bergamo). Le sue condizioni non sarebbero gravi.

Alta velocità E' ricoverato in ospedale, dove i medici lo hanno sottoposto agli accertamenti per determinare se fosse - al momento dell'incidente - sotto l'effetto di alcol o stupefacenti, il giovane investitorec. Ciò che è emerso finora dalla ricostruzione effettuata sul posto dai carabinieri, è che M.M., residente in paese, viaggiava ad una velocità sostenuta, probabilmente oltre i cento chilometri all'ora. In prossimità di una curva, la vettura, una Fiat Marea, è finita su una lastra di ghiaccio e ha invaso la corsia opposta, centrando in pieno i due pedoni. Le due vittime sono state sbalzate a circa ottanta metri in un campo adiacente alla strada provinciale e sono morte all'istante. Anche l'auto è finita nella scarpata e nel tentativo di tornare sulla carreggiata si è ribaltata. Il giovane alla guida, ora indagato per omicidio colposo plurimo, ha riportato alcune contusioni alle gambe.