Neppure un fiore dopo le parole di Napolitano

(...) Faccio osservare che l’amministrazione regionale di centro-destra rese sempre omaggio al sacrificio sia dei vincitori che dei vinti. Giudichino i liguri l’operato di un Presidente che spende somme ingenti per i mega-manifesti del 25 Aprile e per il concerto della De Sio ma non trova qualche spicciolo per un mazzo di fiori su una tomba.
Dopo sessant’anni sarebbe auspicabile che i rappresentanti delle Istituzioni si conformassero al nobile spirito delle parole di ieri sia di Napolitano che di Berlusconi fornendo ai giovani segnali non più di discriminazione bensì di riconciliazione nazionale.
*capogruppo An
Regione Liguria