Neppure la pioggia ferma l’abbraccio a Papa Benedetto

nostro inviato a Savona

È il giorno di Benedetto XVI a Genova. Il giorno di una città che accoglie il Papa a 18 anni di distanza dall’ultima visita pontificia, quella di Giovanni Paolo II. Ad accoglierlo questa mattina nel primo bagno di folla in città sarà proprio chi nel 1990 magari non era ancora nato o era troppo piccolo per aver vissuto con intensità quel momento. Sarà «G cube» la Giornata Genovese della Gioventù a dare il benvenuto a Papa Ratzinger. Sono attesi 5.000 giovani della diocesi per recitare anche l’Angelus di mezzogiorno. La giornata genovese del Santo Padre inizierà al Santuario della Guardia dove il Pontefice è arrivato nella tarda serata di ieri. Doveva raggiungere il monte Figogna in elicottero, poi la fitta nebbia e la pioggia hanno fatto sì che per il suo spostamento da Savona a Genova venisse utilizzato il piano B, così il Pontefice ha raggiunto il Comune di Ceranesi in auto. Ieri Savona non si è fermata davanti alla pioggia, lo hanno testimoniato i trentamila fedeli di piazza del Popolo, oggi non sarà Genova a farsi intimidire dall’acqua (...)
SEGUE A PAGINA 51