Del Neri: «Cassano e Pazzini? Torneranno a essere decisivi»

Nemmeno il nevischio ha fermato gli allenamenti della Sampdoria. Guanti e scaldacolli per i giocatori, che oggi partiranno per Livorno dove domani saranno impegnati nell'ultima sfida prima della pausa natalizia. La prima buona notizia da Bogliasco - temperature polari a parte - è il pieno recupero di Giampaolo Pazzini, che dopo aver saltato la partitella di giovedì ieri si è allenato regolarmente col resto del gruppo. Il bomber di Pescia è leggermente affaticato, questo nessuno lo nasconde, ma per domani dovrebbe farcela. «Contiamo di recuperarlo, Giampaolo è molto importante per noi - dice il tecnico Gigi Del Neri - ma il suo recupero deve essere pieno, altrimenti non ha senso. Comunque è pronto Pozzi. Se Pazzini non ce la fa, giocherà lui».
La Samp vuole ritrovare - giusto sotto l'albero - gol e vittoria. Un appuntamento che manca ormai da un mese. «Posso dire che ora per Cassano e Pazzini - prosegue Del Neri - non è facile segnare come ad inizio stagione, ci sta un periodo di appannamento. Sono sicuro però che torneranno al più presto ad essere decisivi». Altra notizia confortante il pieno recupero di Semioli. In Toscana potrebbe anche partire dall'inizio. «È vero, lo recuperiamo proprio in questa domenica. Quindi possiamo dire, al di là delle squalifiche di Poli e Lucchini, di avere una rosa abbastanza completa. Semioli è stato il giocatore inseguito più di ogni altro in estate, averlo recuperato è per noi un motivo di grande soddisfazione e serenità. Mancando lui, ci è mancato qualcosa di importante, nell'uno contro uno e nell'esperienza».
Il Livorno non sarà certo un avversario semplice. Poche settimane fa proprio gli amaranto hanno eliminato i blucerchiati dalla Coppa Italia. Mercoledì sera, però, anche la banda Cosmi ha dato addio al trofeo tricolore, perdendo a San Siro contro l'Inter. «Sono sicuro che saranno una partita ed un contesto diverso. Noi eravamo reduci dal derby. Era difficile affrontare quella partita, dal punto di vista psicologico. Una sconfitta per cui credo sia giusto non fare drammi. Il Livorno non avrà Lucarelli, ma ha giocatori di valore come Candreva, Pulzetti, Mozart e l'ex Pieri». Praticamente scontato l'impiego di Accardi e Tissone al posto dei due squalificati.