«Del Neri? Ho fatto prima a far pace che a capire cosa stesse dicendo»

«Darò il massimo fino all'ultimo. Se Lippi non mi porterà al Mondiale, farò un safari con Carolina». Antonio Cassano oggi torna in libreria. Dopo il suo «Dico Tutto» scritto con il giornalista Pierluigi Pardo, l'attaccante blucerchiato ha deciso di pubblicare un nuovo volume di aforismi «Le mattine non servono a niente», il cui ricavato sarà devoluto alla Fondazione Borgonovo: «Ebbene sì, sono il primo che ha scritto più libri di quanti ne abbia letti». Cassano insomma in Sudafrica ci andrà comunque, con o senza Marcello Lippi. Ma prima c'è il derby e nel suo libro c'è spazio anche per Gigi Del Neri: «Ho fatto decisamente prima a fare pace con Del Neri che a capire che cazzo stesse dicendo». E ancora: «Quando giocavo a petto nudo tra le bancarelle in piazza, non sognavo soldi, macchine, donne o il Pallone d'oro, ma solo la maglia azzurra e non ho ancora cambiato idea. Comunque andrà a finire, tiferò sempre per la Nazionale. Sono nato nel luglio 1982, nella culla avevo il tricolore in mano».
A parte la simpatia e le battute taglienti, Cassano ha deciso di devolvere il ricavato alla Fondazione Borgonovo che ha ringraziato con una lettera: «Per chi, guardando una finale del Campionato del Mondo, esclama: "Ma guarda quei ventidue rincoglioniti che corrono dietro ad una palla!". Per chi il giuoco del calcio non lo capisce. Bè, a tutti loro consiglierei di accomodarsi in poltrona e di osservare giocare il fenomeno dei fenomeni... Antonio Cassano. Lui avrà sicuramente pazienza e qualità per rendere il calcio più semplice. Perché il calcio è semplicità e intuizione: tali sono i fattori che rendono un calciatore più o meno bravo. Vi assicuro che Antonio Cassano in questo è il primo in assoluto... Credo che guardare il FENOMENO giocare possa avvicinare molte persone, bambini soprattutto, al calcio...».
Cassano ha ripreso ieri a Bogliasco ad allenarsi insieme al resto del gruppo per preparare il derby per cui sono disponibili ancora biglietti di Gabbia Sud al prezzo di 25 euro (intanto il club è stato multato di 7mila euro per lo striscione contro l’arbitro Russo esposto domenica col Chievo). Non arrivano buone notizie da Semioli e da Tissone: il primo si sta allenando ancora a parte e non è escluso che possa non essere convocato nemmeno per la gara di sabato con il Genoa, mentre Tissone, reduce dalla distorsione alla caviglia, proverà nei prossimi giorni e ha qualche chance in più di essere almeno nella lista dei giocatori disponibili.