Nervi rinnova parchi e strade ma avrà solo 4 telecamere

Semaforo verde al rifacimento di strade, marciapiedi e percorsi pedonali. Via libera al recupero di parchi, ville e giardini. Semaforo rosso all'arrivo di sedici nuove telecamere. Luci e ombre sotto l'albero di Natale del Levante. All'incontro pubblico promosso dal municipio, l'altra sera hanno risposto solo l'assessore ai parchi e al turismo Roberta Morgano e l'assessore allo sviluppo economico e alle attività produttive Gianfranco Tiezzi. Francesco Scidone (sicurezza) ed Elisabetta Corda (manutenzioni) non sono intervenuti. Di assetto del territorio e sicurezza quindi si è parlato poco, sebbene fossero tra i primi punti all'ordine del giorno. «Organizzeremo un'altra assemblea con tutti gli assessori competenti», ha promesso il presidente del parlamentino Francesco Carleo al centinaio di abitanti accorsi al teatro Emiliani. Che da Roberta Morgano hanno ricevuto ampie rassicurazioni sul restyling dei parchi di Nervi, ormai prossimo a partire grazie ai 3 milioni e 900mila euro recuperati sugli interessi dei mutui accesi per le celebrazioni colombiane: «Esiste già un progetto preliminare su Villa Grimaldi dove verranno avviati i primi lavori. E coi fondi del'92 si procederà anche al recupero della passeggiata». Nel 2009 il municipio incasserà 180mila euro per giardini, parchi, alberature, 102mila euro per l'illuminazione pubblica, 802mila euro per strade, ringhiere, pavimenti e marciapiedi. «Non sono molti, ma cercheremo di farceli bastare», sintetizza Carleo.
Non bastano ai residenti le quattro telecamere che il Comune si è impegnato a installare nei prossimi mesi. Carleo ne aveva chieste sedici da collocare in alcuni punti strategici della delegazione come il monumento di Quarto, il porticciolo di Nervi, i giardini di Quinto. «Scidone mi ha risposto che non ci sono soldi e che ogni municipio avrà solo quattro telecamere. Noi le installeremo nel sottopasso della passeggiata, all'incrocio di via San Ilario, in piazza Sciolla e ai giardini di via Bottini».
Se sulla sicurezza rimane ancora molto da fare, qualche schiarita invece arriva per la manutenzione di strade e marciapiedi. A gennaio si procederà alla ripavimentazione di via Antica Romana di Quinto, via Majorana, via Romana della Castagna, via Borghero, via Ancona, via ai piani di Ferretto e salita Sella a San Desiderio; inoltre sarà seguita l'asfaltatura di viale Pio VII nel tratto da via Des Geneys a via Quarto. Tutti interventi in programma lo scorso anno ma che per varie ragioni sono slittati di dodici mesi. Su sollecitazione del parlamentino, nel 2009 partiranno anche i lavori per migliorare l'illuminazione di via Timavo, via del Commercio, via dell'Arena, via Cabruna e un'altra decina di strade.