Nervi si trasforma in centro culturale

Nervi apre all'arte e alla storia con un calendario fitto di eventi nati dall'eccezionale collaborazione tra la Galleria d'Arte Moderna (Gam), le Raccolte Frugone, il Museo Luxoro e la collezione Wolfson. Il programma durerà fino alla fine di luglio con incontri, mostre, film, spettacoli teatrali e musicali, ma anche occasioni d'intrattenimento, degustazioni, giochi e letture per ragazzi.
In parallelo alla mostra «Ottocento in salotto. Cultura, vita privata e affari tra Genova e Napoli», la Gam organizzerà un ciclo di incontri: il primo, giovedì 23, avrà come tema «Genova e la classe imprenditoriale borghese del secondo Ottocento, tra affari imprese e traffici» e sarà curato da Maria Stella Rolandi della Facoltà di Economia dell'Università di Genova. Una settimana dopo sarà la volta di «Genova e gli artisti della seconda metà dell'Ottocento: dalla pittura romantica alla scuola dei Grigi. Committenza, promozione e mercato» curato da Caterina Olcese Spingardi della Soprintendenza per il patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico della Liguria. Il 6 aprile Rossana Vitello della Soprintendenza piemontese presenterà la storia di «Uno scultore e una famiglia per il Cimitero Monumentale di Staglieno: Giulio Monteverde e il rinnovamento della scultura tra Otto e Novecento». Gli scambi culturali tra Genova e Napoli saranno oggetto dei tre successivi incontri: «Un aggiornato salotto culturale a Napoli»,(20 aprile); «La biblioteca di Benedetto Maglione», (11 maggio); «La modernità di Domenico Morelli, tra contesto artistico napoletano, nuove prospettive culturali europee ed esotismi» (18 maggio) e «Moda e mode tra Genova e Napoli nella seconda metà dell'Ottocento», (25 maggio). Il ciclo sarà concluso da un incontro sui «Salotti femminili di Genova» (1° giugno). Tutti gli incontri avranno luogo nella sede della Gam di villa Saluzzo Serra alle ore 17. Accanto agli incontri, la proiezione di due film d'autore («Carosello napoletano» di Ettore Giannini, domenica 19 marzo alle 17 e, una settimana dopo, «La tavola dei poveri» di Alessandro Blasetti) e un concerto («Nel salotto di Teresa Oneto Maglione», per le musiche di Scarlati, Cesi, Longo e Martucci, sabato 13 maggio alle 16.30). Saranno anche organizzati due piacevoli incontri tra arte e degustazione: domenica 14 maggio alle 16.30 a margine della mostra sull'Ottocento si potrà seguire l'itinerario a tema «Matrimoni, Storie d'amore e passione per l'arte» che si concluderà in caffetteria; il secondo, sabato 3 giugno alle 21, sarà nel segno della musica e si intitolerà «Il gusto del bello tra Genova e Napoli: musica e cucina»).
Al museo Giannettino Luxoro verrà inaugurata venerdì 14 aprile la mostra «Gioielli di filo. Merletti delle collezioni pubbliche genovesi», che ospiterà antichi pizzi italiani, francesi e fiamminghi Il giorno dopo (ore 17) tutti a concerto: si suona «La musica da camera dell'epoca di Mozart» con pezzi da Cimarosa, Mozart, Haydn, Luchesi.
Per orientarsi nella smisurata ed eterogenea collezione di oggetti d'arte di Mitchell Wolfson (che ospiterà giovedì prossimo un incontro su «Il futurismo e la plastica murale» curato da Matteo Focchesati), saranno organizzate quattro visite guidate (sabato 25 marzo, 8 aprile, 22 aprile 27 maggio ore 16.30) che avranno inizio dalla mostra sull'«Ottocento in salotto» della Gam per poi avventurarsi alla volta della Wolfsoniana.
Alle Raccolte Frugone, Anna Calcagno ha allestito addirittura un «Atelier delle tecniche» per aprire al pubblico la strada della creatività: sabato 18 marzo (ore 16.30) si comincerà con lo stencil su tessuto, il 1° aprile sarà la volta del marmorizzato, l'8 aprile dello stencil, il 6 maggio dell'acquerello e, per finire, sabato 13 maggio verranno illustrate alcune tecniche di pittura su stoffa. Sabato 3 giugno l'atelier si sposterà alla Wolfsoniana per una lezione su intarsi e mosaci.
Molte le iniziative per i più piccoli: tra le più significative la «Stanza dei giochi» che la Gam creerà nella mostra «Ottocento in salotto» con giocattoli, letture e laboratori, (domenica 19 marzo, 9 aprile, 21 maggio alle 16.30). Sarà poi la volta di una imperdibile «Festa di primavera» con intrattenimenti e laboratori per bambini (sabato 29 aprile alle 15.30). L’inizio di una lunga estate di cultura sarà salutato sabato 17 giugno alle 15.30 con giochi e laboratori per bimbi alle Raccolte Frugone («Festa dell'Estate»), mentre la vigilia di S.Giovanni sarà una «Notte bianca...verde», trascorsa tra musei e parchi (a cura di «Casa degli alfieri»; appuntamento alle 19 alla Gam). Arte, spettacoli e danza proseguiranno fino a luglio: venerdì 7 (ore 21) letture e degustazioni anni '20 e '30 alla Gam, con «Il libro di cucina di Gertrude Stein» che sarà alla base dello spettacolo «Un pesce per Picasso» dell'Associazione Culturale «La via del Cinque».
Si andrà a passo di danza attraverso le collezioni della Gam venerdì 14 e 21 luglio alle 21, con una suggestiva esibizione della Associazione Culturale Interdanza.