«Nervi tesi con Guardiola? A Ibra darò il valium»

Allegri cerca di sdrammatizzare l'attesa di Milan-Barcellona e del possibile contrasto fra i due nemici. Seedorf: «Credo sia giusto si salutino. Con tutti i problemi che ci sono al mondo....».Dubbio Pato-Robinho. Berlusconi in tribuna

Tutti a gaurdare dal buco della serratura: dici Ibra e Guardiola e pensi: cosa succederà? Qualche settimana fa facevano discutere i mal di pancia di Ibrahimovic e oggi si discute dell'eventuale nervosismo dello svedese prima del match con il Barcellona e dell'incontro con il suo ex allenatore Pep Guardiola. «Quando aveva il mal di pancia gli ho dato il malox, domani gli darò del valium...», ha scherzato Massimiliano Allegri. «Ibrahimovic è sereno e tranquillo - ha assicurato l'allenatore del Milan -, come tutti gli altri ha voglia di giocare questa partita e fino a domani sera bisogna solamente stare sereni. Poi, dalle 20.45, chiederò 100 minuti di grande intensità, giocando con grande rispetto per il Barcellona ma senza alcun timore reverenziale». Magari ci penserà Seedorf a metter pace. Il saggio olandese è stato chiaro: «Ibra e Guardiola? Io credo sia giusto che si salutino. Anche perchè con tutti i problemi che ci sono al mondo non credo che questo lo debba essere».
Milan-Barcellona, una partita da sogno. Almeno per chi la gioca. «Vivere queste serate è il sogno di tutti». Allegri presenta così la sfida di Champions League tra Milan e Barcellona in programma domani sera al Meazza. «Il Barcellona è la squadra più forte del mondo. Dobbiamo cercare di vincere giocando bene e sfruttando al massimo le occasioni che riusciamo a creare, anche perché a Barcellona nei primi venti minuti ne abbiamo avute parecchie».
Tattica? Strategia? «È difficile giocare contro il Barcellona - continua Allegri - perché hanno tecnica e riescono a variare il ritmo della partita, sono bravi ad accelerare e a rallentare. Ci vorrà molto equilibrio, non dovremo spazientirci ma bisognerà giocare un po' più alti e far sì che il Barcellona abbia meno possesso palla».
Pochi dubbi sulla formazione. «Devo decidere chi giocherà tra Pato e Robinho - spiega il tecnico -. A centrocampo valuterò nel pomeriggio la condizione di Seedorf e in difesa rientrerà Zambrotta». Infine una battuta su Cassano: «È stato un piacere rivederlo a Milanello, speriamo di riaverlo nella migliore condizione e nel più breve tempo possibile». Ci sarà anche Berlusconi. «Berlusconi? L'ho sentito, spero e credo che sarà allo stadio e questa è una notizia importante».