Nessun accordo per Ipse

Sfumata la possibilità di un accordo per la spartizione delle frequenze di Ipse tra i diversi operatori di telefonia mobile, il ministero si appresta a revocare la licenza. «Certo. Non ci resta che la revoca, a questo punto non c’è un’altra strada» - ha sottolineato il ministro delle Comunicazioni, Mario Landolfi. Ancora però non è stato deciso se le frequenze saranno vendute in asta eventualmente rivolgendosi anche nuove società interessate a entrare sul mercato della telefonia mobile.