«Nessun amministratore mai come lui»

(...) in tutti i campi, specie quando si tratta di esprimere opinioni su chiunque.
Venendo al Suo articolo, Le confesso che Lei ha espresso al meglio ciò ho sempre avvertito e pensato dentro di me. A volte avrei voluto scriverlo personalmente al Dott. Bono ma essendo io dipendente della Fincantieri mio sono faticosamente trattenuto dallo scriverGli per non trasmettere ad altri la minima impressione di essere di parte o di ricercare «simpatie». Lei ha centrato il punto quando dice che il Dott. Bono è un bonus pater familias perché qualsiasi altro AD in questi tempi difficili avrebbe scelto la via più breve, più praticabile e più egoistica sia dal punto di vista aziendale che professionale, come è successo tanti anni fa in cui si decise la chiusura del cantiere di Sestri Ponente (poi non attuata per le varie resistenze) per uscire dalla crisi.
Nessun Amministratore ha mai parlato e si è mai comportato come Lui basta vederLo all'opera e leggere ciò che ha scritto sulla rivista interna a pag. 3 ove parlando dell'emergenza in corso, dice: ...valorizzando al massimo il nostro personale... restiamo uniti, diamo forza all'Azienda... non ci resta che affrontare l'emergenza con le nostre risorse... che sono umane più che finanziarie.
Dott. Lussana, nessun Capo Azienda ha mai parlato e agito in modo così pater!!! La maggioranza d'essi si vergogna di apparire ed esprimersi in questi termini, perché ritengono che la finanza debba sempre e sempre prevalere su tutto.
Io certo non posso e non sono in grado di giudicare persone così competenti in materia ma posso solo dire che per tenere unita e forte un'Azienda e traghettarla fuori da una crisi a volte occorre il coraggio, la forza e le doti necessarie per agire ed esprimersi come il Dott. Bono, perché come Lui stesso ha più volte detto, l'Azienda è formata anche ed innanzitutto da persone.
L'azienda Fincantieri (come tutte le aziende) non è solo il tornio, la fresa, la saldatrice, la penna, il disegno sono cose inanimate, l'azienda è innanzitutto «le persone» che fanno muovere gli oggetti.
Un buon capo sa fare leva sulle persone e sulla loro coscienza di dipendenti spronandoli con validi argomenti a dare il meglio di se stessi. Il nostro Capo, come Lei ha scritto, ha saputo fare questo e io ho sentito commenti di altri dipendenti e non dipendenti che sono rimasti positivamente colpiti nella loro coscienza dalle parole del Dott. Bono e ho notato in loro un positivo cambiamento, guardando all'azienda non come a un soggetto nemico ma come a un'amica con la quale condividere il percorso della nostra vita.
Ci sono persone che raggiungono risultati con la forza, con la paura, col ricatto altri raggiungono gli stessi obiettivi se non migliori con la loro intelligenza e capacità professionale. Credo che queste ultime siano quelle che meglio sposano il Dott. Bono e i risultati aziendali lo confermano e parlano anche senza parole.
I grandi uomini sanno scegliere il metodo di comando e di direzione. Il mio sincero augurio di buon lavoro va a Lei Dott. Lussana che ha scritto un articolo veritiero su un grande Manager.
Anche le persone a Lui vicine ne sanno ben descrivere le capacità professionali che accompagnate da forti doti umane lo rendono un Grande Manager per una Grande Azienda.
Distinti saluti
*Fincantieri
Cantieri navali Italiani SpA
Direzione Navi Militari
Genova
Organizzazione e Gestione Riunioni

e TeleVideoConferenze