Nessun giallo: l’oligarca georgiano morto per infarto

Londra. Non si può parlare di un nuovo caso Litvinenko: la morte, martedì scorso a Londra, del capo dell’opposizione georgiana in esilio, il milionario Badri Patarkatsishvili, 52 anni, è avvenuta per cause naturali. È la conclusione cui è giunta la polizia britannica dopo l’autopsia. Saranno comunque eseguita analisti tossicologiche per escludere definitivamente l’ipotesi di un avvelenamento. «Nulla lascia pensare che la morte improvvisa di Badri Patarkatsishvili sia dovuta ad altro che a cause naturali», ha detto ieri un portavoce della polizia. L’ipotesi è quella di un infarto. Il milionario georgiano aveva detto di temere di essere assassinato».