«Nessun illegale nell’area della Fiera»

Gianandrea Zagato

Assessore Maiolo, soddisfatta della nuova location degli Oh bej, oh bej?
«Quest’edizione ha risolto un problema, quello degli abusivi: infatti, non c’è un illegale in quell’area dedicata alla Fiera. Ma abbiamo anche affrontato un tema delicato qual è quello del traffico che, rispetto al passato, è quantomeno più ordinato».
Be’, c’è chi accusa però Palazzo Marino di aver trasformato l’area del Castello Sforzesco in un suk...
«Critica ingiusta. Non sono d’accordo perché dalla fotografia degli Oh bej, oh bej nella nuova location emerge una fiera che ritorna alle origini, dove viene sempre più dato peso al significato milanese della manifestazione».
Dunque, non ci sarà un ritorno in piazza Sant’Ambrogio?
«C’è stato un apprezzamento generale per quest’edizione, sia degli ambulanti che dei cittadini».
E nemmeno ci sarà - come chiedono Lega e An - una minor durata della fiera?
«No, credo che quattro giorni sia la giusta durata per un evento che attrae non solo i milanesi ma anche lombardi, piemontesi e veneti. Basta passeggiare tra le bancarelle per rendersi conto del valore degli oggetti».
Sposa quindi le richieste di una qualità più alta?
«Sì, bisogna che gli Oh bej, oh bej diano il meglio: solo così ritorna ad essere la Fiera dei milanesi, dove non c’è neppure un abusivo».
Ah, assessore, ma la Triennale ha assunto guardiani contro gli illegali che occupano viale Alemagna...
«So delle proteste per questa presenza indesiderata. Se mi occupassi di ordine pubblico avrei già risolto il problema dell’abusivismo. Che dire? Si rivolgano al questore».