«Nessun onere per l’azienda»

In riferimento all’articolo di Rita Smordoni pubblicato sul quotidiano «il Giornale» il 3 novembre 2005 «Asl: consulenze esterne al San Filippo Neri», la sottoscritta Laura Scaringella, citata nell’articolo medesimo, chiede di precisare: di essere dipendente dell’azienda San Filippo Neri dal 1987 con la qualifica di collaboratore professionale sanitario, laureata in Sociologia presso l’università La Sapienza di Roma nel 1997, è stata assegnata all’Ufficio comunicazione e relazioni con il pubblico, nel 2000, in seguito a specifica selezione interna; nel 2003 ha conseguito l’attestato di addetto alla comunicazione pubblica, così come stabilito dalla legge 150/2000 relativa alla disciplina delle attività di informazione e di comunicazione nelle pubbliche amministrazioni e dal Dpr 422/2001 «Regolamento per l’individuazione dei titoli professionali del personale da utilizzare presso le pubbliche amministrazioni per le attività di informazione e comunicazione e disciplina degli interventi formativi». Precisa inoltre di aver presentato istanza formale alla propria amministrazione, in data 19/04/2004 per il passaggio orizzontale interno dal profilo sanitario a quello amministrativo ex articolo 17, 3° comma del Ccnl comparto sanità; di essere stata nominata con delibera 187 del 29 settembre 2005 in forza del possesso dei requisiti culturali e professionali, responsabile dell’ufficio dove svolge la sua attività dal 2000, senza alcun onere a carico dell’azienda, in sostituzione del responsabile comandato presso altro ente. La scrivente, perplessa e indignata, non comprende pertanto, nello specifico caso, quali siano i «...presunti sprechi e inefficienze sotto accusa...» a cui si riferisce l’autrice dell’articolo in questione».______________
L’articolo non fa che riferire di un’interrogazione del capogruppo dell’Udc Ciocchetti: nella sostanza vengono riportate le stesse cose che la signora Scaringella chiede di specificare. Resta il fatto che una infermiera professionale è stata nominata responsabile dell’Urp del San Filippo Neri. Sull’opportunità (non sulla regolarità) di questo passaggio se ne saprà qualcosa se e quando l’assessore Battaglia avrà la bontà di rispondere all’interrogazione, vista la penuria cronica di personale infermieristico negli ospedali.