«Nessun paradiso per i kamikaze»

Washington. I kamikaze dell’11 settembre non andranno «in paradiso» perché hanno tradito l’Islam: con queste parole ieri l’ex presidente iraniano, Mohammed Khatami, ha pronunciato una condanna degli attacchi terroristici davanti al Consiglio per le relazioni Americane-islamiche di Arlington, in Virginia. «Durante la calamità dell’11 settembre - ha dichiarato - furono commessi due crimini: uno è stata l’uccisione di gente innocente e il secondo il fatto di aver commesso questo crimine nel nome dell’Islam». «Noi musulmani dovremmo condannare queste atrocità in modo ancora più forte». «Chi uccide gli altri e commette atti terroristici, mente se si identifica con l’Islam», ha concluso.