«Nessuna idea blasfema per Loano»

Ho letto le ridicole affermazioni di Vaccarezza, pubblicate dal «Giornale» sulla presunta blasfemia delle iniziative di «è Loano lista civica». Tali dichiarazione denotano rozzezza culturale, incapacità di comprensione e contraddittorietà.
Promuovere una settimana all'anno dedicata a studi, relazioni, interventi culturali religiosi e laici, cinematografia, fotografia sull'attualità del sacrificio di Cristo in un mondo dove la violenza sui deboli e sui minori, le guerre e la fame sono in continuo aumento mi pare sia il vero modo di affrontare il messaggio evangelico; se questo può fare di Loano, nel periodo immediatamente antecedente la Pasqua, anche una meta turistica, ben venga.
Per quanto riguarda la classificazione della festa della Madonna del 2 di Luglio quale manifestazione tipica, evidenzio che tutti i più importanti eventi religiosi in Italia, senza che ciò sia irrispettoso verso i fedeli, sono anche manifestazioni tradizionali di fede popolare; così ad esempio il Palio dell'Assunta a Siena e la corsa dei ceri a Gubbio, che attraggono decine di migliaia di turisti.
La volontà di far divenire il 2 di luglio il cuore di una settimana di iniziative culturali dedicate alla figura di Maria Vergine mi sembra un intelligente lancio della stagione turistica ed un modo per preparare i Loanesi al momento religioso.
Due ulteriori annotazioni.
La prima. Nel sito internet del comune di Loano, tra le manifestazioni promosse dall'assessorato al turismo, sono «13 giugno: tradizionale festa di S. Antonio con processione; 18 giugno: tradizionale festa del Corpus Domini con processione».
Forse l'attuale Sindaco è un po' in contraddizione con se stesso; prima di parlare bisognerebbe collegare la lingua al cervello.
La seconda. Non è presenziando a messa in prima fila con la fascia tricolore, ostentando una religiosità che offende il cuore dei cattolici, che si fornisce dimostrazione di fede; lo si fa soprattutto con l'esempio quotidiano, rispettando gli uomini e l'ambiente che ci circonda.
candidato sindaco di Loano