Nessuna infrazione: via libera al Mose

«È un giorno importante per Venezia e per l’Italia: la procedura d’infrazione sul Mose è stata formalmente archiviata». Lo ha annunciato il ministro per le Politiche europee, Andrea Ronchi (nella foto), riferendosi alla decisione di ieri dell’Ue di archiviare il caso sull’impatto sulla direttiva Habitat dei lavori del Mose, il sistema di dighe destinato a proteggere la città dall’acqua alta. «Finalmente - continua Ronchi - si potrà lavorare fattivamente e senza preoccupazioni per salvare una delle città più belle del mondo». La decisione di Bruxelles è di particolare importanza anche perché «permette di sbloccare il finanziamento di un miliardo e mezzo di euro che la Banca europea per gli investimenti ha assegnato al progetto e che non poteva essere erogato finché non fosse stato chiuso formalmente il dossier della Commissione».