Nessuno può candidare al governo il leader dei Verdi

Nell'osservare indignato l'indecente e offensiva fotografia pubblicata in prima pagina su il Giornale relativa al deputato Alfonso Pecoraro Scanio che ricorda piuttosto che un rappresentante del popolo il peggiore cafone napoletano tramandatoci dalla più sguaiata tradizione di quella meravigliosa città che è Napoli da dove proviene tutta la mia famiglia, la prego di consentirmi di rivolgere un pressante invito dalle pagine del suo coraggioso giornale a tutto il comitato dei capi di Stato Maggiore delle nostre Forze armate affinché rivolga un pubblico, severo e censorio appello al presidente della Repubblica, al futuro presidente del Consiglio incaricato, chiunque esso sia, e alla stessa pubblica opinione, affinché nessuno si sogni di candidare al governo questo indegno figlio della Campania che si è permesso con tanta scandalosa leggerezza di partecipare ai funerali dei nostri sfortunati ufficiali e sottufficiali e di mantenere un contegno tanto indecoroso in presenza dei nostri eroi rientrati in patria dentro una bara soltanto per aver assolto, con dignità e disciplina, il loro fondamentale dovere di soldati della Repubblica. Che le Forze armate facciano sentire alta la loro voce anche e soprattutto nel rispetto del primato civile della nostra vita nazionale.