Nessuno scontro verbale con i colleghi della Lega Nord

Con riferimento a quanto pubblicato sul Giornale in merito al dibattito in aula alla Camera sul decreto fiscale avvenuto nella giornata di giovedì 26 ottobre, per contribuire ad una corretta informazione, mi permetta di precisare come non solo non ci sia stato alcun rischio di contatto fisico, ma addirittura come non ci sia stato alcuno scontro verbale tra il sottoscritto ed i colleghi della Lega Nord per la Padania. Voglio precisare, altresì, che sono intervenuto personalmente nella confusione che si era creata, ma senza che ci sia stato alcun rischio di contatto fisico, per riprendere verbalmente il collega di Forza Italia Paolo Romani, il quale - come ha confermato lui stesso in un successivo comunicato - in «un momento di stizza» ha scagliato un giornale contro i nostri banchi colpendo il collega Antonio Satta. I colleghi della Lega sono intervenuti per cercare di evitare che la gratuita e irresponsabile aggressione del collega Romani, vista da tutti i deputati che stavano attorno all’On. Satta, potesse ulteriormente degenerare. Vorrei che fosse chiarito questo aspetto, non secondario, di quanto accaduto in una seduta particolarmente turbolenta alla Camera, perché negli anni passati di attività parlamentare - pur trovandomi spesso coinvolto in confronti anche accesi - non mi sono mai reso protagonista, né intendo farlo in futuro, di episodi di questo genere.
Presidente Gruppo Parlamentare
Popolari-Udeur