Nettuno, a casa del giovane pusher la polizia trova una spada romana

Gli agenti della polizia di Stato del commissariato di Anzio-Nettuno hanno arrestato un 18enne residente a Nettuno, per detenzione al fine di spaccio, di cocaina e hashish. Già da tempo gli investigatori avevano avuto segnalazioni su alcuni giovani tossicodipendenti che frequentano il Borgo Medioevale di Nettuno dove spacciava un 18enne. Ieri, dopo aver individuato l’abitazione del pusher, i poliziotti si sono appostati, lo hanno visto uscire da casa e dirigersi nel centro storico del borgo dove veniva avvicinato da giovani clienti. Alla vista degli agenti il 18enne ha tentato di disfarsi di alcune dosi di droga ma è stato comunque bloccato. Nelle sue tasche gli agenti hanno trovato altre 5 dosi di hashish. In casa è stato trovato tutto il materiale per la pesatura delle sostanze stupefacenti, altra sostanza per un totale di circa 20 sacchetti tra cocaina e hashish. Durante la perquisizione sono stati trovati documenti falsi ed una spada di epoca romana di 50 centimetri tutta in metallo non definito con impugnatura scolpita e disegnata, acquistata illegalmente dal coinquilino del 18enne, un uomo di 40 anni. L’arma è oggetto di verifiche da parte della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio perché sembra sia un oggetto di un valore storico appartenente al corredo della villa Romana Anziate. Il 40enne è stato denunciato per falsità di documenti e trafugamento di beni archeologici.