Nettuno, tutti scarcerati

Il Tribunale del riesame di Roma ha disposto la scarcerazione di tutti gli indagati sottoposti a custodia cautelare in carcere, accusati di corruzione nell’ambito dell’inchiesta avviata dalla procura di Velletri e dal commissariato di Anzio che il 12 novembre aveva portato a 15 arresti a Nettuno fra ex amministratori e dipendenti comunali oltre ad alcuni pregiudicati locali. Rimangono invece detenuti gli accusati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Le persone scarcerate sono l'ex assessore Vincenzo Guidi, al quale è stato dato l’obbligo di firma quotidiana in commissariato, l’ispettore della polizia in servizio all’ufficio stranieri della Questura di Roma, Andrea Cappabianca che è stato sospeso per due mesi dal lavoro e Mario Cavaliere, un pregiudicato di Nettuno che prima dell’arresto era in semilibertà. Confermati invece gli arresti per Franco D’Agapiti, già condannato per spaccio internazionale di stupefacenti, per il pregiudicato Antonio Federici e per l’agente di polizia in pensione Vincenzo Scaramella.