Neustift, un paese in festa

Giovanni Porcella

Oggi pomeriggio il nuovo Genoa inizierà ufficialmente la stagione contro i dilettanti della Valle Stubai. Ma questa giornata importante in Austria, lo sarà ancora di più a Milano dove comincerà il processo sulla presunta combine con il Venezia. Insomma, con il cuore a Neustift, con il pensiero alla Disciplinare. E se saranno in tanti a sostenere gli avvocati rossoblù, in centinaia sono saliti già in Tirolo. Pullman, camper, auto private, in tutto un migliaio di tifosi saranno ad apllaudire Abbiati e compagni. E’ un’ iniezione di fiducia anche per Guidolin.
C’è persino chi gli dice: «Forza, mister. Sarà il nuovo Bagnoli». Lui sorride, ringrazia, ma non è tipo da riflettori che lascia volentieri ai giocatori che ieri sono stati incoraggiati come in una partita vera nel piccolo impianto austriaco.
Ma protagonista è la gente. L’ansia e le preoccupazioni nelle dichiarazioni lasciano anche spazio all’ottimismo per difendere con le unghie la pormozione in A.
Stesso discorso fa Parisi, neoacquisto: «Il presidente ci ha detto di stare tranquilli e siamo convinti che andrà tutto bene. Noi siamo sereni e pensiamo a lavorare con intensità».
Alle 18 tutti in campo, qualche problema per Stellini e Lavezzi, per il resto Guidolin darà spazio a tutti e per questo è difficile ipotizzare la prima formazione di questa stagione 2005-2006. Ma l’importante per tutti è che a parlare non siano soltanto i legali e le carte bollate, oltre alle intercettazioni, ma finalmente anche il pallone.
Intanto per oggi era atteso anche l’ultimo acquisto di Enrico Preziosi, il difensore Ooijer. Difficile però che possa aggregarsi ai nuovi compagni già questa sera.
Qualcosa da sistemare ancora c’è e quindi con ogni probabilità arriverà in Austria la prossima settimana.