La neve «abbatte» la città, non lo smog

La neve da sola non ce l’aveva fatta a bucare la cappa di smog su Milano e provincia. Poi, però, la pioggia caduta ininterrottamente per l’intera giornata di sabato, è riuscita a far rientrare i valori del pm10 al di sotto della soglia di pericolo all’interno dell’«area critica» milanese.
Ieri pomeriggio, come confermato dall’assessore regionale all’ambiente Zambetti, «i valori sono rientrati nella norma». Il blocco del traffico è stato comunque scongiurato, «per evitare di vessare ulteriormente i cittadini» ha spiegato Zambetti. E il governatore Roberto Formigoni ha tenuto a precisare che «i blocchi non vengono decisi per capriccio o per scelta ideologica, ma fatti ogni volta che serve». E infatti resta confermato quello del 26 febbraio, «così come non escludiamo di farne altri» ha sottolineato Formigoni». «Così come di programmarne pure a marzo» ha aggiunto Zambetti. Ma per i Verdi la scelta di annullare lo stop di oggi «è stata una scelta sbagliata, perché ogni blocco serve a far star meglio la gente».