Neve e ghiaccio: 16 persone in ospedale

Strade viscide e temperature sotto zero, fin dal mattino le ambulanze
sono state impegnate nei soccorsi. Già da domenica sono al lavoro
diciotto mezzi spargisale dell’Amsa. Il meteo: pioggia fino a giovedì

I diciotto spargisale dell’Amsa e i nove trattori dell’Agrisoccorso in città si erano messi in moto già da domenica sera, quando tutte le previsioni meteorologiche recitavano un copione univoco, che non poteva dar luogo a fraintendimenti: neve. E la neve infatti l’altra notte è arrivata. Mista a ghiaccio, ad acqua. Ma inesorabile. Si è fermata intorno a mezzogiorno, poi ha ripreso a scendere. E ieri, nel tardo pomeriggio, dopo essersi attenuata, è progressivamente sparita, lasciando il posto a delle deboli pioggerelle ghiacciate su tutta la regione e a una situazione generale in miglioramento (se si eccettuano le gelate della nottata).
Tuttavia quella di ieri non è stata una giornata facile a Milano, anche se i vigili urbani e la polizia stradale non hanno riscontrato un’eccessiva presenza di autoveicoli, quasi certamente per l’esodo del ponte di Sant’Ambrogio. «Di traffico, lungo le strade principali che portano in città, ce n’è poco» sentenziavano ieri pomeriggio i ghisa.
Tuttavia il ghiaccio si è dimostrato una trappola per molti. Basti pensare che il 118, tra le sette del mattino e le 14, ha soccorso ben sedici persone (12 solo a Milano) che, scivolate a terra a causa della gelata notturna (le temperature minime si sono aggirate tra -2 e 1, le massime tra i 2 e i 5 gradi) si sono procurate delle fratture. Tredici di loro sono state ricoverate in codice verde e tre, più gravi, in codice giallo.
Secondo le previsioni di Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) Lombardia e del Servizio meteorologico regionale (Smr), oggi il cielo sulla città sarà ovunque molto nuvoloso e la pioggerellina insistente non smetterà di tormentare i milanesi, ma non sono escluse temporanee e parziali schiarite anche se in serata. Le stesse previsioni anche per domani, giorno dell’Immacolata. Fino a giovedì, insomma, le precipitazioni, seppur deboli, interesseranno a più riprese tutta la regione. Poi arriveranno venti freddi e abbastanza forti, ma le temperature minime caleranno, la nuvolosità si attenuerà e smetterà anche di piovere.
«Amsa è intervenuta con gli spargisale soprattutto nelle zone viabilisticamente strategiche, in alcuni punti periferici in concomitanza di cavalcavia, raccordi e sottopassi e dove questa mattina (ieri per chi legge) si sarebbero svolti i mercati ambulanti - ha spiegato il vice sindaco Riccardo De Corato - Inoltre ha impiegato del per l’igiene del suolo per interventi di salatura manuale nei punti pedonali più sensibili».
«Voglio ringraziare - ha concluso De Corato - anche i 40 volontari della Protezione civile che già da domenica sera si sono attivati per segnalare criticità in alcuni punti sensibili come stazioni metropolitane e ospedali».