Neve e pioggia: fine d’anno col freddo Ma da venerdì il tempo migliorerà

Imbiancate molte regioni settentrionale, calo record del termometro al Centro-Sud

da Milano

Da ieri, come previsto, la penisola è stata investita dal maltempo, neve e freddo che dovrebbero accompagnare gli italiani sino alla fine dell’anno. In particolare i fiocchi bianchi hanno ricoperto diverse zone di Lombardia, Emilia, Veneto e Friuli. Il pronto intervento dei mezzi di emergenza e l’allerta lanciata dalla Protezione civile hanno evitato disagi alla circolazione, peraltro meno intensa del solito.
Le precipitazioni dovrebbero intensificarsi, anche a quote basse, in tutto il Nord, almeno fino a stasera. In Lombardia, imbiancata ieri Brescia mentre un leggero nevischio, misto a pioggia, è sceso su Milano. Valtellina e val Chiavenna sono state investite da abbondanti nevicate: i maggiori disagi alla circolazione si sono registrati fra Tirano e Livigno.Ieri neve, anche a bassa quota, in Emilia-Romagna, in particolare intorno a Piacenza e sui rilievi appenninici e sulla A1 e la A15, senza però gravi disagi: continui i controlli della polizia per verificare la presenza delle catene a bordo. Anche l’entroterra ligure, ieri, è stato ricoperto da un manto bianco, soprattutto il monte Beigua, tra Savona e Genova, dove l’altra notte sono caduti almeno una decina di centimetri di neve e il colle del Melogno, vicino a Finale; ma sono previste nevicate anche a quote relativamente basse. Nel Levante ha nevicato intensamente su tutto l’arco appenninico, dalla val d’Aveto alla val di Vara; si scia sulle piste del Penna, Pian Pendini e Pratobello.
La neve a Trieste ha invece creato problemi al traffico, in particolare verso la Slovenia. Ieri fiocchi sulle montagne del Veneto, ma per oggi la neve è attesa anche in pianura e, per questa notte, a 2mila metri il termometro dovrebbe scendere a -18 gradi. Per un miglioramento bisognerà aspettare almeno fino a dopodomani.