Neve, lotta contro il tempo per evitare un Natale di ghiaccio

Il vero problema più che la neve, sarà il ghiaccio con le temperature di questi giorni. Per questo, il piano redatto dalla Protezione civile insieme alle strutture operative del Comune, ha schierato 288 mezzi e 200 operatori dell’Amsa per la salatura delle strade che raggiungono manualmente anche i punti più difficili come gli ingressi delle scuole, di ospedali e le rotaie del tram. Il vicesindaco De Corato e l’assessore all’Ambiente Paolo Massari ribadiscono il loro appello ai milanesi perché lascino a casa le auto, ma bastano poche ore di maltempo per mandare il traffico in tilt e far ritardare i mezzi pubblici. Specialmente lungo le statali e le autostrade appena fuori città dove la nevicata è più intensa e paralizza le auto. In via Barzaghi si attiva il Centro di Coordinamento della Protezione Civile con 50 volontari per gestire gli interventi sul territorio e monitorare la situazione aiutanti anche dalle 130 pattuglie della polizia locale. E per accogliere i senzatetto che non vogliono andare nei dormitori, in piazza Duca d’Aosta la Protezione civile allestisce una tenda riscaldata e un pasto caldo per i clochard. «Ma nelle strutture del Comune ci sono ancora 50 posti liberi», ricorda l’assessore alle Politiche sociali Mariolina Moioli.