La neve non basta a fermare lo smog

Pirellone, la commissione ambiente dà il via libera alla proposta di legge «anti-diesel»

Gli esperti dell’Arpa sono al lavoro per capire perché nemmeno la nevicata record caduta tra giovedì e venerdì sia riuscita ad azzerare i livelli delle polveri sottili, come è successo invece a Brescia e soprattutto a Bergamo. Domenica l’inquinante ha compiuto un altro balzello verso l’alto a Milano. In via Juvara si è registrata una media giornaliera di 84 microgrammi al metro cubo, più di una volta e mezzo la soglia di attenzione fissata a quota 50. Il limite è stato superato anche nelle altre stazioni della provincia, con l’unica eccezione di Vimercate.
La «corsa» dello smog, a giudicare dalle previsioni del tempo, continuerà per il resto della settimana. «Il ritorno del tempo stabile e la presenza di venti deboli o solo a tratti moderati favorirà per oggi un aumento dei valori del Pm10», si legge nel bollettino dell’Arpa. Avremo cielo sereno (e inquinanti in aumento) almeno fino a sabato con il rischio di nebbie. La temperatura sarà tutto sommato mite per la stagione (sono i giorni della merla, i più rigidi dell’inverno per tradizione). Sabato, invece, potrebbero tornare le correnti gelide dalla Russia.
Ieri, intanto, la commissione Ambiente della Regione ha dato il suo via libera alla proposta di legge «anti-diesel» che la Lombardia presenterà al Parlamento. Si chiede di consentire alle Regioni di vietare la vendita di nuovi diesel. «La Regione - spiega Stefano Maullu, presidente della commissione - sta facendo tutto ciò che è nelle sue competenze nella battaglia contro lo smog».