La neve rallenta la città Ma per l’hinterland è un altro «venerdì nero»

Questa volta la neve ha risparmiato la città, il centro città. Perché appena fuori, nell’hinterland c’è stata la paralisi. Il traffico si è bloccato per ore lungo tutte le tangenziali e le statali in entrata e uscita da Milano. Con i pendolari costretti a stare incolonnati per ore in auto e a procedere a passo d’uomo. Sulla A4 ci sono stati 8 chilometri di code, e sulla SS36 verso Lecco è stato chiuso un tratto di strada per evitare ulteriori disagi. Le ripercussioni si sentono anche in città, dove il traffico è stato rallentato, specialmente nelle piazze a maggior scorrimento. «Abbiamo allertato i mezzi Amsa per la salatura a cominciare dalla periferia verso il centro - assicurano De Corato e Massari -. Tangenziali e le autostrade non sono di loro competenza». Ma bastano poche ore a scatenare le polemiche. Il consigliere del Pd, Pierfrancesco Maran attacca: «Anche questa nevicata ha trovato la giunta Moratti impreparata. Il responsabile ha un nome e cognome, fa il vicesindaco da 16 anni». Immediata la replica di De Corato: «Le strade sono pulite, venga a vedere i monitor dalla centrale, anziché dare giudizi davanti al caminetto».