Con la prima neve tutti sugli sci da Livigno al Tonale

Già mezzo metro a Madesimo: si annuncia un inverno «bianco»

Scordiamoci il passato e tutti quei terribili inverni senza neve e di conseguenza senza emozioni per chi ama vivere la montagna sciandola a più non posso, sci alpino o sci nordico che sia: in questa stagione si cambia musica e la prima è quella dei fiochi di neve caduti già abbondanti sulle Alpi all'inizio di novembre. Complici poi le basse temperature, in montagna i cannoni spara neve hanno lavorato per rifinire il manto e adesso le località sciistiche sono pronte ad aprire i battenti, qualcuna anche in anticipo rispetto al classico ponte inaugurale dell'Immacolata.
Iniziano il nostro viaggio da Livigno. Nei prati innevati del piccolo Tibet di Livigno si può già praticare lo sci di fondo nella zona di via Isola, l'ultima neve è caduta la scorsa settimana e in quota sfiora già gli 80 centimetri. La stagione apre domani e fino al 22 dicembre scatta la promozione Skipass Free (l'offerta si ripeterà anche dal 5 aprile alla chiusura): per chi soggiornerà almeno 4 notti in alberghi o garnì convenzionati (Apt Livigno, 0342-052200, www.livigno.eu), oltre a un considerevole sconto per i piccoli ospiti fino ai 12 anni, lo ski pass sarà compreso nel prezzo e valido sull'intera ski area già aperta. Per tutti gli altri, fino al 21 dicembre, l’abbonamento costerà 27 euro ed esistono pure formule di mattiniero o pomeridiano a 25 euro (www.skipasslivigno.com). I più pigri potranno attardarsi invece fra le bancarelle dei mercatini natalizi nella piazzetta del centro (dalle 14 alle 18 e domenica dalle 10) dove domani, come ogni sabato, farà la sua comparsa anche babbo Natale.
Al Tonale invece sono oltre 70 i centimetri di neve fresca in attesa di sciatori: alcune piste sono aperte da una decina di giorni, ma è domani che comincia ufficialmente l'inverno con una grande festa che dalle 10, in piazza XXVII settembre, riscalderà gli animi. Prima i Mercatini di Natale (al fine settimana dalle ore 10 alle 20), poi il taglio del nastro alla partenza degli impianti di Temù e la fiaccolata dei maestri di sci, quindi fuochi d'artificio e il concerto, al palazzetto dello sport di Paolo Meneguzzi, Zero Assoluto e Gemelli Diversi. Ma per chi stia pianificando il ponte dell'Immacolata, il Tonale si dimostra una meta davvero golosa: dall’8 al 23 dicembre (idem dal 5 aprile) per un soggiorno (offerte a partire da meno di 300 euro a persona) di sei giorni in hotel o residence convenzionati (www.adamelloski.com, 0364.92066), lo skipass sarà gratuito. Il comprensorio, grazie al nuovo collegamento della cabinovia che da Ponte di Legno permette di raggiungere il Tonale senza auto, ora abbraccia un centinaio di chilometri di piste da sci, ma le offerte degli skipass permettono, se si acquista un biglietto plurigiornaliero, di sconfinare fino sul gruppo delle Dolomiti di Brenta, lo Skirama e il Superskirama, e nei comprensori di Bergamo, Lecco e Sondrio per chi ami cambiare piste tutti i giorni. Per chi scelga invece la formula a ore il costo per 180 minuti di sci è di 23,50 euro. I bimbi tengano, poi d'occhio il sabato perché dal 12 gennaio, se hanno meno di 8 anni, scieranno sempre gratis se accompagnati da un genitore titolare di un biglietto plurigiornaliero.
Madesimo poco oltre Chiavenna ha già aperto i battenti agli sciatori, dal 30 novembre, la ski Area Valchiavenna e i milanesi sanno che cosa significhi poter guidare solo poco più di un 'ora e poi dimenticare l'auto già a Campodolcino per lasciarsi trasportare da una funicolare che corre nella montagna fino all'Alpe Motta dove la neve arriva già a 40 centimetri. Di qui è facile scoprire l'intero comprensorio di oltre 60 chilometri, che, come antipasto pre natalizio, propone settimane bianche fino al 22 dicembre, in mezza pensione, incluso abbonamento, a partire da 330 euro (Consorzio promozione, 0343.57039, www.valchiavenna.com e www.madesimo.com).