La new entry si prende anticipi e posticipi della B

«Ci trasferiamo dalla corte dei piccolini a quella dei più grandi», riassume Angelo Codignoni, amministratore di Sportitalia. E non gli si può proprio dare torto. Sportitalia ha mosso giovedì l’ultimo passo, ed è entrata di diritto tra le emittenti che tutti gli appassionati di sport devono avere sintonizzate sul proprio televisore. Gli ultimi dubbi, se ancora ce ne fossero stati dopo la diretta esclusiva della Supercoppa italiana, sono stati sciolti proprio giovedì quando è arrivata l’ufficialità che SI ha acquisito i diritti per gli anticipi e i posticipi di serie B per i prossimi tre anni; nonché play off e out. 37,5 milioni di euro di investimento. Se si immagina che la notizia è giunta durante la conferenza di presentazione del nuovo canale SI Live 24ore, per il digitale terrestre (dove ieri eccezionalmente è stato trasmessa la prima partita di B a titolo gratuito, in seguito probabilmente a pagamento), è facile intuire la soddisfazione dei vertici aziendali. Codignoni appunto, Patrick Le Lay e Tarak Ben Anmar.
L’offerta per la nuova stagione, quindi, sarà di quelle di «primissimo piano», assicura il responsabile Bruno Bogarelli, e su Sportitalia e su SI Live 24. Quasi due anni alle spalle, contrassegnati da una crescita continua. Squadra che vince non si cambia, perciò. E allora tra notiziari (continui sul DTT), esclusive e approfondimenti bisogna solo individuare lo sport che ci piace di più: calcio, motori, basket, golf, ciclismo, tennis, pallavolo, sport invernali, addirittura il World Poker tour... E chi più ne ha più ne metta.