New look al Gilda per i 75 anni di Bornigia

Carlo Giovanelli

Giancarlo Bornigia ha tagliato il traguardo dei suoi 75 anni, e ha festeggiato mercoledì scorso, in contemporanea con l’apertura invernale del Gilda. A spegnere le candeline insieme a lui c’erano, tra gli altri, Stefania Orlando, Maria Tona con Antonio Beldi, Franco Miseria, Adriana Russo, Saverio Vallone e consorte e Max Vergilii. Il «Boss» delle notti romane ha deciso di rifare il trucco alla sua creatura più sofisticata, il Gilda. Gli aficionados trovano ancora ad accoglierli i pr Angelo Nizzo e Angela Ferlaino e lo staff al completo. Più fresca l’atmosfera del locale con colori più chiari alle pareti e nei tessuti. In stile etnico restano la zona vip e alcuni angoli del locale, dove impera ancora il trono in argento appartenuto a un Marajà. È la musica a essere in primo piano nelle notti del Gilda che da quest’anno si avvale della supervisione di Claudio Camilleri in qualità di project&general manager. Tutto è orientato alle sonorità dell’ultimo ventennio e alla presenza di momenti live e personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport. La programmazione è ricchissima: da Reo Confesso in prima serata ai dj residenti della stagione invernale. Il mercoledì è affidato a D.Mr.Charlie e Mambo Dj; il giovedì è curato da Night Box in collaborazione con Travel Shop e Jean Luis David; fine settimana dominati dalla Comunità Gropp’one di Paolo Pasquali e, in particolare, a colpi di revival ’70-80 il venerdì (Dj Faber Cucchetti e Lamar Tacat) e Chill-Dance-Classic ’90 il sabato; la domenica è «Gilda Sunday», regno di Massimo Martella, Alex Nuccitelli e Gaetano Mangione, dedicata a Black and Chill House con i Dj Max Rezzonico e Paul Duree e la voce di Alessia Kay.