New York, donna lasciata morire in ospedale: agonia ripresa in video

Dramma nella sala d'aspetto del King Country Hospital di
Brooklyn. Paramedici del pronto
soccorso e agenti di sicurezza non muovono un dito. La tv a circuito chiuso registrano tutto

New York - Shock negli Stati Uniti. Una donna muore nella sala d'aspetto del King Country Hospital di Brooklyn a New York e nessuno la soccorre. Non i paramedici del pronto soccorso, nè un agente di sicurezza, né gli altri pazienti. Le telecamere a circuito chiuso registrano tutto.

L'agonia in ospedale Il fatto risale al 18 giugno scorso. Esmin Green, una giamaicana di 49 anni, accusa sintomi di psicosi e una forte agitazione. Le sue condizioni peggiorano di ora in ora, ma nessuno se ne cura tanto che, dopo quasi ventiquattr'ore di atroci sofferenze, la donna è sdraiata al suolo, agonizzante. Per più di un'ora resta a terra, prima che il personale del pronto soccorso tenti inutilmente di rianimarla. Negligenze inaccettabili che hanno portato alll'immediato licenziamento del direttore del reparto di psichiatria dell'ospedale, del medico in turno e del capo della sicurezza. Negligenze che hanno suscitato sconcerto e indignazione in tutto il mondo.