New York, ristorante tassa clienti se non finiscono tutto il pasto

Al ristorante giapponese Hayashi Ya, nell'Upper West Side
di Manhattan, è possibile mangiare tutto ciò che si vuole per
27 dollari. Se non si riesce a finire il pasto, si deve pagare il 3% in più.
Il proprietario: "La scelta punta a eliminare gli sprechi"

New York - In tempo di crisi nulla va sprecato, soprattutto il cibo. È quello che deve aver pensato il proprietario di un ristorante giapponese di New York che ha deciso di far pagare un 3% in più ai clienti che lasciano qualcosa nel loro piatto.

Un prezzo speciale per i clienti Al ristorante giapponese Hayashi Ya (nella foto: la vetrina del locale), nell'Upper West Side di Manhattan, è possibile mangiare tutto ciò che si vuole per 26,95 dollari, ma se non si riesce a finire l’intero pasto, alla cassa si deve pagare il 3% in più. Il proprietario del locale ha dichiarato che la scelta, introdotta due anni fa, punta a eliminare gli sprechi.

La scelta del proprietario "Decine di miliardi di dollari sono sprecati ogni anno nell’acquisto di cibi che poi non vengono consumati", ha spiegato Joel Berg, che fa parte della Associazione di New York contro la fame. Secondo una stima recente, negli Usa il 27 percento del cibo viene gettato nella spazzatura, il che significa mezzo chilo al giorno per ogni americano. Altre catene di ristoranti, come ad esempio TGI Friday, hanno invece deciso molto più semplicemente di ridurre le porzioni. "Un cliente su sei non riesce mangiare tutto ciò che gli viene messo nel piatto", ha detto ancora Berg.