New York è terrorizzata: in arrivo l'uragano "Irene" E Obama accorcia le ferie

L'uragano si sta dirigendo verso la East Coast. Nel North Carolina onde alte tra i 2 e i 3 metri. A New York evacuati alcuni ospedali. A rischio i trasporti: sarebbe la prima volta

New York - L'uragano Irene ha perso forza ed è diventato di categoria 2 mentre si avvicina alla East Coast, dove l'allerta è stata estesa anche al New Jersey. La nuova area pericolosa parte dalla costa del North Carolina e arriva fino a Sandy Hook, nel New Jersey, appena a sud di New York. Lo stato d'allerta per gli uragani significa che la tempesta arriverà entro 36 ore.

Onde alte in North Carolina Onde più alte del normale stanno arrivando sulle coste del North Carolina mentre l'uragano Irene si sta spostando verso la East Coast degli Stati Uniti. Stamattina agli Outer Banks, ha riferito il meteorologo Hal Austin, sono state registrate onde alte fra due e tre metri. Circa 65 milioni di abitanti della East Coast si stanno preparando all'arrivo di Irene, che potrebbe causare danni del valore di diversi miliardi di dollari. 

New York si prepare all'arrivo della tempesta Anche New York si prepara ad affrontare l'uragano. Il sindaco Michael Bloomberg ha ordinato l'evacuazione di cinque ospedali e di alcune case di cura da oggi e ha annunciato che, se Irene manterrà la direzione attuale, ordinerà l'evacuazione di altre 270mila persone per sabato. Bloomberg in particolare ha consigliato ai cittadini della punta più a sud di Manhattan e ai residenti di Coney Island di mettere al riparo i propri oggetti nei piani alti delle case e di tenersi pronti a lasciare tempestivamente le abitazioni.

A rischio i trasporti L'uragano potrebbe inoltre provocare un evento mai successo nella storia di New York: la chiusura dell'intero sistema dei trasporti pubblici della città a causa del tempo, chiusura che potrebbe avvenire sabato. La Mta, autorità cittadina dei trasporti, ha annunciato ieri sera che è stato avviato per la prima volta il piano uragani, che prevede la chiusura totale di metropolitana, treni e autobus quando il vento supera la velocità sostenuta di 39 miglia all'ora (62 km/h). Potrebbero essere chiusi anche i ponti, una mossa che di fatto renderebbe impossibile raggiungere o lasciare Manhattan.

Rinviata l'inaugurazione di un monumento Anche il presidente Obama ha dovuto cambiare programmi: l'inaugurazione del monumento a Martin Luther King prevista a Washington per domenica non si farà.

Il ritorno di Obama Il presidente degli Stati Uniti, che è tornato dalle ferie con un giorno d'anticipo, ha detto che "biosgna prepararsi al peggio" perchè Irene è "un uragano di portata storica"