Il New York Times promuove Toni: «Simbolo pulito del calcio italiano»

Il quotidiano «New York Times» ha dedicato quasi un’intera pagina all’attaccante della Fiorentina Luca Toni presentandolo come l’immagine pulita del calcio italiano, travolto dagli scandali, e come il simbolo di una nazionale azzurra che «potrebbe forse abbandonare in Germania il suo tipico stile difensivo». Toni è già un idolo in Italia ma la sua fama «potrebbe crescere in modo esponenziale il mese prossimo ai mondiali in Germania». Il «New York Times» ha sottolineato che l’attaccante viola «non è stato implicato negli scandali». «Ha l’aspetto di un divo del cinema, una modella come fidanzata, viaggia in Ferrari e il suo nome compare nelle cronache mondane, ma Luca Toni è stimato anche per essere una persona alla mano, che non si è montata la testa», ha osservato il giornale. «In campo Toni ha istinti voraci, predatori. La sua presenza... ha fatto nascere la speranza che l'Italia possa abbandonare in Germania la sua tipica cautela, basata sul contrattacco e sul catenaccio». Anche il settimanale «BusinessWeek» ha dedicato un articolo agli scandali del calcio italiano che «non sarebbero potuti esplodere in un momento peggiore per il calcio italiano, appena ad un mese dall'inizio del Mondiali in Germania»