New York tutela le under 18 in passerella

Se le mamme italiane stanno esagerando, va steso un velo pietoso su quella americane, che conciano le proprie figlie come Barbie in miniatura sognando di vederle indossare un giorno la fascia di Miss America. A mettere un limite all'obbrobrio raccapricciante di certi concorsi, ci ha provato il governatore di New York Andrew Cuomo. Che, se non è riuscito a limitare il cattivo gusto, se non altro ha fissato paletti rigidi per le sfilate delle modelle adolescenti.

Passerelle limitate per le ragazzine under 18 alla fashion week newyorkese e varie regole anti sfruttamento. A cominciare dalla pausa di almeno 12 ore tra una sfilata e l'altra. Le baby modelle non potranno lavorare oltre la mezzanotte, avranno a disposizione un pediatra e dovranno essere accompagnate da un tutore, che in alcuni casi dovrà assisterle anche negli studi. Il 15% del loro stipendio è gestito da un conto fiduciario fino a quando la modella non avrà la maggior età. Regole che farebbero bene anche alle modelline italiane. O meglio, alle loro mamme.