News Appennino, l'app che ha inventato il trekking interattivo

Si chiama News Appennino ed è più che una semplice app: è un sistema di promozione turistica che si sta espandendo nella zona al confine tra Modena e Bologna, tra Zocca (la città di Vasco Rossi) e Montese (dove hanno combattuto i brasiliani nella Seconda Guerra mondiale e dove due bellissimi musei ricordano quei tempi), giù fino alla valle del Panaro. Una zona piena di boschi e piena di idee (nonché di posti dove mangiar bene) che si sta progressivamente digitalizzando. L'idea iniziale è di Francesco Indello, inventore dell'applicazione disponibile per iOs e Android, grazie alla quale è stata avviata la mappatura dei sentieri collegata l'utilizzo del Gps per conoscere percorsi, racconti e strutture di ciò che si incontra sul cammino. E soprattutto diventa impossibile perdersi, perché in caso di necessità basta toccare lo schermo per mandare una chiamata di soccorso: «Stiamo aggiornando le mappe giorno per giorno - spiega Indello -. E l'app vuole diventare anche un'opportunità di lavoro: cerchiamo persone che si vogliono cimentare a taggare nuovi percorsi» (per informazioni francesco.indello@gmail.com). Sull'applicazione la cartina geografica integrata funge da navigatore ed è possibile visualizzare immagini e indicazioni, fino ad inviare foto e filmati da condividere. Insomma un vero (e utile) social network delle escursioni, e pure il punto di partenza di una nuova iniziativa: l'associazione GPS Turismo, che ha come scopo la valorizzazione del territorio attraverso la promozione e l'organizzazione di eventi e di iniziative. Al momento i Comune di Monzuno (Bologna) e Zocca sono detti interessati, insieme all'Unione dei comuni dell'Appennino bolognese. Ma l'obbiettivo è crescere in fretta, per allargare la conoscenza di un zona d'Italia ancora (troppo) poco pubblicizzata.

MLomb