News in rete Sfida sul web tra TgCom e Mentana

Appena parla, Enrico Mentana, suscita un vespaio. L’altro giorno, alla presentazione del nuovo Tg de La7 che dirige da pochi mesi, si è gloriato di arrivare primo in un campo importante: lo streaming su Youtube. Dimenticandosi che altri Tg da tempo sono con successo sul web. «Da lunedì il nostro telegiornale - ha annunciato il neo direttore - sarà il primo in Europa ad andare in streaming in diretta su Youtube. Cerchiamo di entrare per primi in un’altra dimensione». «Si tratta - aveva aggiunto - di un’iniziativa che non punta agli iniziati della rete, ma casomai a portare il popolo della tv sul web, per esempio consentendo di vedere il Tg a chi sta all’estero o in qualche zona dell’Italia dove ancora non è possibile vederci». Ma da Mediaset arriva la replica per bocca del direttore del TgCom, Paolo Liguori. «Forse Mentana si è dimenticato - dice il direttore - che i telegiornali di Mediaset vanno in streaming già da un anno e mezzo, dal 7 aprile dello scorso anno, giorno del terremoto in Abruzzo. Ci si può collegare, in diretta, negli orari di messa in onda, con Tg5, Tg4 e Studio Aperto attraverso il sito di TgCom. Noi abbiamo già moltissimi utenti che usufruiscono del servizio, un fenomeno molto più vasto di quello che può approdare a La7».
Comunque Mentana ha voglia di sfidare tutti, con idee innovative o meno, anche le corazzate di Minzolini e Mimun, andando a pescare nei loro vuoti. Per quanto riguarda la parte tecnologica, l’accordo prevede che siano resi gradualmente disponibili sul rinnovato canale YouTube di LA7 (youtube.com/la7), i programmi in formato integrale di proprietà dell’emittente televisiva. Inoltre è prevista l’adozione, da parte della televisione di Telecom Italia Media, dell’innovativa tecnologia di identificazione dei contenuti (Content ID) messa gratuitamente a disposizione dei titolari di diritti intellettuali partner di YouTube, per identificare e gestire direttamente i propri contenuti sulla piattaforma di video sharing.