Via Newton Ubriaco fa due morti

Era drogato e ubriaco l’uomo di 33 anni alla guida della Citroen Xantia che nella tarda serata di lunedì in via Newton ha provocato l’incidente stradale in cui hanno perso la vita due persone. L’uomo, a sua volta ferito e ricoverato all’ospedale San Camillo, è risultato positivo ai test a cui è stato sottoposto. I rilievi effettuati dai vigili del XV gruppo hanno accertato che a provocare l’incidente è stata appunto la Citroen che ha fatto un salto di corsia schiantandosi contro una Panda che sopraggiungeva. Gli occupanti della Panda, due uomini di 33 e 37 anni che tornavano da una partita di calcetto, hanno perso la vita carbonizzati dentro l’auto che ha preso fuoco dopo essersi ribaltata. Coinvolta anche una Smart, il cui conducente di 35 anni è ferito ma in maniera non grave. Il conducente della Xantia, denunciato per omicidio colposo, è ricoverato in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Camillo: i sanitari parlano di uno stato di coma profondo. La prognosi resta «altamente riservata» in un quadro clinico «molto serio».
«Abbiamo più volte richiesto interventi di messa in sicurezza per Via Isacco Newton, soprattutto nelle ore notturne - ha detto il presidente del XV municipio Marco Palma - servirebbe un guard rail divisore in modo da rendere difficile o quantomeno improbabile lo scavalcamento della carreggiata. Quel tratto è paragonabile ad una superstrada urbana che di notte si trasforma in un circuito».