Nextra, 4 dirigenti patteggiano la pena

Parmalat

Quattro dirigenti di Nextra (Marco Valsecchi, Antonio Cannizzaro, Marco Ratti e Giovanni Landi), accusati di aver diffuso false informazioni al mercato sul bond Parmalat da 300 milioni di euro del 10 luglio 2003, hanno raggiunto l’accordo con la Procura di Milano e hanno patteggiato una pena di 6 mesi. L’accordo tra Pm e imputati dovrà essere ratificato dal gup, Cesare Tacconi. Nel frattempo Parmalat si è aggiudicata «un round» Oltreoceano nell’ambito della contesa giudiziaria con le banche. È quanto rileva il Wall Street Journal nell’edizione online citando una sentenza del tribunale federale di New York, che ha respinto alcuni dei controricorsi avanzati da Bank of America contro il gruppo di Collecchio e 14 sue sussidiarie.