Nichel e zinco senza freni

Una nuova seduta al galoppo nel comparto dei metalli di base. I prezzi a tre mesi del nichel hanno chiuso a 31.800 dollari per tonnellata, quelli dello zinco a quota 3.921. Per entrambi si tratta dei nuovi massimi storici. La corrente rialzista, alimentata anche dal denaro dei fondi, trova un valido fattore di sostegno nelle strozzature dal lato dell’offerta. Meno chiaro il trend dell’oro e del greggio stretti tra la forza del dollaro e i ventilati timori di deflazione.