Nichi "il poeta" passa direttamente all'insulto: "Politica sporcata da 4 vecchi, maschi e rinc..."

Vendola perde le staffe e il buon gusto durante un comizio a Civitavecchia:"Emilio Fede, Lele Mora, Tarantini: questa è l'antropologia che gira intorno a Berlusconi. Vergogna, dolore e rabbia sono i tre sentimenti che sempre più salgono dentro di noi"

Roma - Vendola questa volta ha perso le staffe e anche il buon gusto. Il presidente "poeta", noto per l'eloquio immaginifico e ricco di metafore, questa volta è andato dritto al sodo. Anche troppo. "Ci fa vergognare il fatto che quattro vecchi, maschi e un pò rinc... possano entrare nella politica e sporcarla. Noi, che ricordiamo un periodo storico in cui la politica, con Enrico Berlinguer, era una grande passione e non una piccola miseria, ci vergogniamo", ha concionato il leader di Sinistra, Ecologia e Libertà durante un convegno di piazza a Civitavecchia. Poi, per non lasciare la platea nel dubbio, ha fatto anche nomi e cognomi: "Emilio Fede, Lele Mora, Tarantini: questa è l'antropologia che gira intorno a Berlusconi. Vergogna, dolore e rabbia sono i tre sentimenti che sempre più salgono dentro di noi man mano che viene a galla come in Italia viene gestito il potere". Dalla poesia all'insulto, per Vendola, il passo è molto breve.