Nicolas Sarkozy è allergico al Blackberry

Divieto di usare il Pda nel Gabinetto del presidente francese. Antipatia per una tecnologia americana? No, si tratta di una misura di sicurezza<br />

Proprio mentre il leader dei Comuni, Jack Straw, spingeva a gran voce l’uso di tecnologie informatiche presso i membri del parlamento britannico, i cugini d’oltralpe vietavano - nel Gabinetto del nuovo presidente francese Sarkozy - l’uso di un dispositivo evidentemente ritenuto antifrancese: il Blackberry.

Una questione di educazione? No, di sicurezza. Per l’intelligence francese, il Secretariat Général de la Défense Nationale, dietro il popolare dispositivo c’è un «problema di sicurezza dei dati». A conti fatti, è un problema di server: quelli su cui poggia l’infrastruttura dei Blackberry sono collocati fisicamente negli Stati Uniti e in Gran Bretagna.

È l’autorevole Le Monde a rivelare ulteriori dettagli: il timore è quello di essere spiati dalla National Security Agency a stelle e strisce, oppure dal MI6, alias i servizi segreti di Sua Maestà britannica.
In realtà pare che più di una lobby - in testa quella petrolifera capitanata da Total - non ami molto il sistema postale di tipo push di Blackberry. Tanto più che pare che il MI6 sia in stretti rapporti con rivali di Total, a cominciare da British Petroleum. Allons enfant!