Nicole recita in romanesco per Sky

La Kidman testimonial della pay tv che trasmetterà 2000 film

Paolo Scotti

da Roma

Riunione di condominio in un caseggiato di Testaccio, quartiere popolare di Roma. Richieste e proteste sono sempre le stesse: chi vuole cambiare la maniglia del portone, chi la lampadina sul pianerottolo. Finchè non apre bocca lei. Chiedendo una piscina sul tetto. «Mica siamo ad Hollywood!», commenta sarcastica una vicina. E Nicole Kidman, mortificata e radiosa, si stringe nelle spalle. Questo uno dei tre, spiritosissimi spot che la più fulgida e pagata star di Hollywood ha girato per Sky Cinema, e che (dopo quelli interpretati l’anno scorso da John Travolta) inviteranno ad abbonarsi al canale satellitare dedicato alla celuloide. Negli altri due, si vede la Kidman tirar su dalla finestra un cestino di vivande preparate per lei dal portinaio, e commentare con un italianissimo, quasi romanesco, «ammazza!»; e poi la si ammira mentre stende i suoi panni in terrazza e una vicina grassona sogna, invano, di poterne indossare qualcuno.
«È la seconda pubblicità mai girata dalla diva - fanno sapere quelli di Sky - e la prima volta in assoluto che recita in italiano». Al punto da confondere finzione con realtà: durante le riprese, impossibiltata a raggiungere la propria roulotte, la Kidman ha dovuto chiedere all’inquilino del palazzo dove girava di usare la sua toilette. «E lui, subito dopo, le ha offerto un piatto di spaghetti». Duemila nuovi titoli in un anno di palinsesto, questa l'offerta di Sky Cinema assieme ai suoi due partner, Rai Sat Cinema e Studio Universal. «Contrariamente a quanto accade alla tv generalista, infatti - spiega il direttore del canale satellitare, Nils Hartman - l’ascolto dei film su Sky è in continua crescita. Il novanta per cento dei nostri tre milioni e ottocentomila abbonati sceglie il pacchetto cinema: praticamente ogni abbonato vede una media di tre film a settimana». Anche per questo grande rilievo è dato all’inaugurazione della stagione 2006-2007 con la messa in onda, lunedì prossimo, di Romanzo criminale, diretto da Michele Placido. «Si tratta infatti della versione integrale del film - spiega il regista - Con quaranta minuti in più, rispetto alle due ore e venti ufficiali, che dovetti tagliare per ragioni distributive». Tra le scene inedite, un monologo di Pierfrancesco Favino e sequenze con Claudio Scamarcio. «Penso che con la messa in onda su Sky Romanzo criminale, che al cinema ha raggiunto il successo piuttosto faticosamente, conoscerà una notorietà popolare», osserva Pla- cido (che vorrebbe girare ora una storia «caravaggesca», ambientata cioè in una cupa Roma del seicento). Gli altri titoli di punta del listino Sky saranno Sin City, Cinderella Man, The Interpreter, La guerra dei mondi, Vita da strega, La leggenda di Zorro. Novità assoluta la creazione di Sky cinema Mania: «Dedicato cioè al cinema più originale ed alternativo", spiega Hartmann. Inaugurazione in tema con Good night, and good luck di e con George Clooney; per proseguire con titoli del cinema indipendente, dissacrante o documentario, come Le avventure acquatiche di Steve Zissou con Bill Murray, Buffalo Soldiers di Jordan, La guerra di Mario di Capuano.