Nidi, arrivano le graduatorie e 325 posti in più

Oggi 8453 genitori milanesi potranno tirare un sospiro di sollievo. Sono i fortunati che a settembre manderanno i propri figli in un asilo nido comunale. Questa mattina, infatti, saranno pubblicate le graduatorie provvisorie per l’ammissione. Graduatorie arrivate con 15 giorni di ritardo.
«Abbiamo preso un po’ di tempo in più - si è giustificata l’assessore alla Famiglia Mariolina Moioli - per fare una verifica puntuale delle possibilità di soddisfare il maggior numero di richieste possibili».
I primi dati sembrano confortanti: rispetto allo scorso anno i posti disponibili nei nidi sono stati 325 in più. Chi non dovesse trovare il proprio nome nelle liste provvisorie non deve disperare: «La situazione andrà definendosi nel mese di settembre quando i bambini saranno accolti nei nostri nidi. Da sempre - spiega l’assessore - il numero dei bambini realmente frequentanti risulta di gran lunga inferiore a quello degli iscritti».
Per ora sono 495 i lattanti, bambini tra tre e 12 mesi, in attesa di assegnazione a fronte di 41 posti disponibili. Mentre avanzano ben 30 posti nelle classi dei medio grandi, di età compresa tra i 12 e i 36 mesi, in quanto le richieste sono state solo 425 per una disponibilità di 455 posti.
Più di 1300 bambini che rientrano già nella graduatoria provvisoria, verranno ospitati in centri privati grazie alle convenzioni stipulate con le diverse strutture. Strutture triplicate negli ultimi cinque anni che, per bocca della presidentessa di Assonidi Donatella De Gaetano, chiedono al Comune di «poter diventare interlocutori privilegiati per un confronto sul piano qualitativo».
Dal prossimo settembre il Comune ha previsto una novità: tutte le famiglie che non superano i 18mila euro di dichiarazione Isee, potranno fare richiesta al Comune del bonus bebè, un contributo di 500 euro che integrerà lo stipendio delle mamme che vorranno rimanere a casa dal lavoro oltre i tre mesi di astensione obbligatoria.