Il nido sestrese dell’«Airone»

Trovo stupefacente come alcuni luoghi rimangano familiari ai più, pur non avendoli mai visitati e magari non sapendo neppure dove trovino posto nel mondo.
Dico questo perché probabilmente gli abitanti e gli utenti dell'elegante Abbey Road a Londra, o della qualsiasi Penny Lane a Liverpool, invocheranno, ed in qualche caso malediranno, i Beatles superstiti e le anime di quelli trapassati per averne reso eterna la toponomastica e fruttuoso il commercio ma ahimé pure, e a ugual termine, per averne intasato il traffico. (...)
SEGUE A PAGINA 41