Niente buste per Abate Parla il «rossoblù» Volpi

La buona notizia che la Sampdoria stava aspettando è arrivata: per il centrocampista Ignazio Abate non si andrà alle buste. Milan ed Empoli infatti stanno trovando l'accordo e l'esterno, che ha già detto di non aver alcuna intenzione di giocare in serie B nella prossima stagione, passerà interamente al club rossonero. Così ieri la Sampdoria ha preso altri contatti con il Milan per avere in prestito, con il diritto del riscatto della metà del cartellino, quello che viene considerato il vice Maggio. Con Motta infatti sempre più vicino al Genoa ecco che Mazzarri, oltre all'ipotesi Mesto non ancora tramontata (l'Udinese però non lo lascerà andare a meno di 4 milioni di euro), ha scelto proprio Abate come giocatore che dovrà ricoprire la quinta posizione di centrocampo. Il nodo più complicato è stato sciolto, visto che con l'Empoli il dg Ariedo Braida non era ancora riuscito a trovare un accordo: da un parte la società milanese non voleva perdere Abate, dall'altra il centrocampista non rientra comunque nei piani del Milan e per questo si sta pensando di cederlo in prestito altrove. Non è escluso a questo punto che la Sampdoria la prossima settimana possa chiudere la trattativa, dopo il passaggio di Maggio al Napoli.
Altro giocatore che ha lasciato Genova è Sergio Volpi, ieri presentato a Bologna e ha svelato un retroscena: «Viaggiando seduto a fianco a Bellucci - spiega - non ho sentito altro che parlare di Bologna, Bologna, Bologna. È stato Claudio a convincermi». Poi non dimentica di essere stato il capitano della Samp: «Va bene anche una maglia rossoblù, l'importante che non fosse quella del Genoa».