Niente Casa Bianca per Sarah Palin «Scelgo la famiglia»

Dopo una lunga attesa è finalmente arrivata la decisione di «Mamma Orsa», ovvero dell’ex governatrice repubblicana dell’Alaska Sarah Palin: niente corsa alla Casa Bianca nelle elezioni del 2012. «La mia famiglia viene prima», ha detto. Non è stata una decisione facile. La beniamina del Tea party antitasse l’ha maturata solo «dopo aver pregato molto, e dopo una lunga riflessione». Ma è una decisione irrevocabile, come ha scritto lei stessa in una lettera ai suoi sostenitori delusi. L’annuncio peraltro è arrivato all’indomani di quello analogo del governatore del New Jersey Chris Christie, che ha così deluso a sua volta molti strateghi e grandi finanziatori del Grand Old Party che avevano sperato in lui per poter rilanciare una campagna per la nomination repubblicana alle presidenziali che ancora deve entrare nel vivo ma che già sembra segnare il passo. A poche settimane ormai dall’avvio delle primarie, un sondaggio condotto di recente dalla McClatchy/Marist indica che il 49 per cento degli elettori intende votare contro il presidente Barack Obama nel 2012.