Niente medaglia a Enzo Biagi La Moratti: «Rispettiamolo»

Niente medaglia d’oro per Enzo Biagi. Semmai una via intitolata, ma si vedrà. Questo il verdetto della squadra incaricata di scegliere i nomi da premiare per l’Ambrogino d’oro. Dopo un lungo muro contro muro, il centrodestra ha avuto la meglio. «Biagi in fondo - spiega il presidente del Consiglio, Manfredi Palmeri - è già stato ricordato con il famedio ed ha già ricevuto l’Ambrogino nel 1979».
Il Pd non vuole sentire ragioni e si sente profondamente offeso dal «grave oltraggio» che «non tiene nemmeno conto delle parole pronunciate dal sindaco su Biagi qualche tempo fa». In realtà a nessun consigliere di Fi o di An sono arrivate telefonate di caldeggiamento per un premio al giornalista. Tanto che Letizia Moratti si è pronunciata solo a bocce ferme: «Mi auguro che queste polemiche non rovinino la memoria di Biagi». Sull’intitolazione di una via al giornalista, il sindaco ha preferito rimandare la decisione: «Lasciamo prima che queste divergenze si sedimentino».